Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network

È piuttosto comune che i bambini, mentre giocano, possano cadere e farsi male. Quando questo avviene in un parco giochi comunale, su chi ricade la colpa? 

In questo articolo parliamo di un caso in cui la responsabilità è stata attribuita ai genitori, colpevoli di non aver prestato sufficiente attenzione al figlio. Il Comune o l’ente gestore, infatti, può essere chiamato in causa solo se la struttura utilizzata è difettosa, risultando pericolosa. 

Non è questo il caso. Ecco come sono andati i fatti.

Caduta al parco giochi: il fatto

Una bambina, mentre si trova al parco giochi, cade da una giostra e si fa male. I genitori sporgono subito denuncia e richiesta di risarcimento danni nei confronti del Comune. 

Secondo i genitori, la bambina è caduta a causa di una sostanza oleosa presente sulla giostra, che l’ha fatta scivolare.

La richiesta di risarcimento, però, viene rigettata sia in primo che in secondo grado, e il Comune non viene ritenuto responsabile per l’accaduto.

Anzi, i giudici ritengono che la colpa della caduta sia da attribuire proprio ai genitori che non hanno prestato sufficientemente attenzione alla bambina, lasciando che si facesse male. 

bambini parco giochi

Anche il ricorso in Cassazione è stato inutile. I giudici in terzo grado con la ordinanza n. 12549 del 20 aprile 2022  hanno sostenuto nuovamente che la presenza di una sostanza oleosa estranea non poteva essere provata, per cui nessuna colpa può essere attribuita all’ente comunale

In più, i magistrati hanno voluto sottolineare che qualsiasi gioco per bambini, seppur perfettamente funzionante, può rappresentare in qualsiasi momento un pericolo se i piccoli sono lasciati soli.

Quando ci si reca al parco gioco, infatti, dovrebbe essere premura dei genitori quella di monitorare costantemente i figli, evitando che si facciano male. 

Si sa che i bambini non sempre sono in grado di avvertire i pericoli, per cui anche se stanno utilizzando un gioco a norma e perfettamente funzionante, potrebbero sempre cadere e farsi male.

Alla luce di questo, i genitori, o chi ne fa le veci, sono i principali responsabili di infortunio dei propri figli, quando questi non vengono sorvegliati in modo adeguato.

Per maggiori informazioni, contattaci al n. 091585864, o manda una mail a info@studiolegaleacp.it oppure ancora su Skype, aggiungendo l’account studiolegaleacp, un nostro esperto sarà a tua completa disposizione.

 

Leave a Reply