Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network

Buoni fruttiferi postali a 18 mesi, come farsi rimborsare

Emessi da Poste Italiane tra il 2005 e il 2015, i buoni fruttiferi postali a 18 mesi erano prodotti finanziari nominativi della durata massima di 18 mesi (venivano dunque liquidati allo scadere del 18esimo mese).

Dieci anni dopo la data di scadenza,  i buoni fruttiferi postali a 18 mesi andavano in prescrizione. Ciò significa che, un buono emesso il 15/01/2008, produceva un rendimento fino al 15/07/2009. E che il titolare aveva poi tempo fino al 14/07/2019 per chiederne il rimborso. Dal 15/07/2019, quello stesso buono è considerato prescritto.

Che fare, dunque, per recuperare i soldi in caso di buoni frutteri postali a 18 mesi  andati in prescrizione?

buoni fruttiferi postali a 18 mesi

Cosa fare con i buoni frutteri postali a 18 mesi, perché si ha diritto al rimborso?

Una buona notizia, in materia di buoni fruttiferi postali a 18 mesi prescritti, arriva dall’Arbitro Bancario Finanziario (ABF).

Alcune recenti decisioni dell’ABF di Roma e di Torino hanno previsto per il cliente, a titolo di risarcimento del danno,  il rimborso del solo capitale (senza gli interessi), proprio per la mancata consegna da parte di Poste Italiane del foglio informativo analitico (obbligatorio per legge).

In assenza di tale foglio informativo, il risparmiatore non ha la possibilità di conoscere la durata del BFP e, quindi, il momento in cui inizia a decorrere il periodo di prescrizione” si legge nelle motivazioni. “I BFP oggetto della controversia indicano infatti soltanto il numero progressivo la serie di emissione, senza offrire elementi per stabilire la data di scadenza e, conseguentemente, l’inizio del termine di prescrizione“. Peraltro, se emessi dopo l’1/1/2008, si può contare sulla proroga dovuta alla pandemia.

Rifiuta il trasferimento nella nuova sede

Come chiedere il rimborso

Se si intende chiedere il rimborso dei buoni fruttiferi postali a 18 mesi prescritti è possibile inviare un reclamo a Poste Italiane.

Dopo 60 giorni si può poi ricorrere all’ABF – Arbitro Bancario Finanziario della Banca d’Italia, che ha già affrontato molte problematiche simili e ha spesso risolto i contenziosi in favore dei consumatori.

Se sei in possesso di buoni fruttiferi postali a 18 mesi prescritti, e vuoi chiedere il rimborso, chiama al n. 091585864, o manda una mail a info@studiolegaleacp.it oppure ancora su Skype, aggiungendo l’account studiolegaleacp: un nostro esperto sarà a tua completa disposizione.

Leave a Reply