Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network

Cartelle esattoriali per azienda: la responsabilità ricade sul consulente fiscale?

 
Cartelle esattoriali a ripetizione per una piccola azienda. Respinta dai giudici la richiesta di risarcimento per 470mila euro avanzata dai titolari nei confronti della commercialista in carica. La mancanza di ‘prove provate’ sui documenti contabili che gli imprenditori avrebbero consegnato alla consulente fiscale è stata determinante.
(Corte di Cassazione, sez. III Civile, ordinanza n. 32495/19; depositata il 12 dicembre)
 

Cartelle esattoriali per l’azienda: la colpa è del consulente fiscale? La vicenda

Cartelle esattoriali per azienda: la responsabilità è del consulente fiscale? Risponde lo studio legale acp

La vicenda in esame vede una concessionaria di automobili oggetto di un accertamento fiscale per omessa contabilizzazione e mancata dichiarazione di ricavi. L’accertamento si conclude con l’emissione da parte dell’Agenzia delle Entrate di cartelle esattoriali per una cifra complessiva che supera i 470mila euro. I titolari dell’azienda pongono la questione sul fronte civile accusando la loro commercialista, e dunque la “responsabilità professionale”, inadeguata riguardo alla “tenuta della contabilità della società”. Gli imprenditori chiedono la condanna della loro ex consulente a versare un adeguato risarcimento che copra la cifra complessiva imposta dalle cartelle esattoriali.
I Giudici di merito affermano che la richiesta avanzata non ha validità in quanto «la consegna alla professionista di documenti contabili aziendali» da lei «non correttamente registrati» non è stata dimostrata. I titolari della concessionaria «non hanno indicato e prodotto i documenti non contabilizzati» dalla commercialista e, aggiungono i Giudici, tale attività probatoria non poteva essere «preclusa dall’accertamento compiuto in sede tributaria, avente presupposti e finalità completamente diversi».

Cartelle esattoriali: la responsabilità è solo dei titolari dell’azienda? Sentenza Corte di Cassazione

Lo studio legale acp, riguardo le cartelle esattoriali per un' azienda, risponde alla domanda: la responsabilità è del consulente fiscale?

 

La decisione del Tribunale e della Corte d’Appello viene condivisa anche dalla Cassazione. La Corte suprema respinge definitivamente la richiesta di risarcimento dei due imprenditori nei confronti della consulente fiscale che non ha alcuna «responsabilità professionale» riguardo l’accertamento fiscale nei confronti della società.
Secondo Giudici della Cassazione la responsabilità è dei titolari della concessionaria che avevano l’obbligo di mostrare «i documenti contabili che sarebbero stati consegnati alla commercialista e che quest’ultima non avrebbe correttamente registrato». Ciò conferma che «la natura dell’attività esercitata dall’impresa contribuente richiedeva una fattiva collaborazione dei soci che mensilmente si dovevano attivare non solo nella consegna dei documenti ma anche nelle verifiche e nella segnalazione delle modalità di chiusura delle schede ancora aperte», mentre «la commercialista era tenuta a svolgere la sua prestazione nei limiti del mandato ricevuto e senza alcun onere di reperire ulteriori informazioni rispetto a quanto fornito dai clienti».
 

Per maggiori informazioni, contattaci al n. 091585864, o manda una mail a info@studiolegaleacp.it oppure ancora su Skype, aggiungendo l’account studiolegaleacp, un nostro esperto sarà a tua completa disposizione.

Leave a Reply