Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network

Comprare casa all’asta può sembrare complicato, se non si conoscono bene i meccanismi. Ecco perché il Legislatore ha scelto di introdurre il Portale delle vendite pubbliche, un sito  che consente di seguire le varie fasi delle nuove aste e di parteciparvi online.

Ma come funziona l’asta di una casa? Quali sono le sue varie fasi?

  1. Il perito compila una perizia dell’immobile messo all’asta, completo di tutti i dettagli e consultabile online
  2. Vengono pubblicate ordinanza e avviso di vendita, con le modalità di partecipazione all’asta (a cominciare dalla base d’asta)
  3. Gli acquirenti interessati presentano un’offerta in busta chiusa, insieme ad una cauzione del 10% del prezzo proposto (che non può essere inferiore al 75% della base d’asta)
  4. Comincia l’esperimento d’asta

Se non pervengono offerte, si effettua un nuovo tentantivo di vendita con base d’asta più bassa (ogni tentativo porta ad un ribasso del prezzo fino al 25%, ma il giudice può dimezzarlo dopo il quarto tentativo). Se perviene una sola offerta, l’iimobile viene aggiuidicato e successivamente al pagamento del prezzo viene emesso un decreto di trasferimento con la cancellazione dei pignoramenti. Se pervengono invece più offerte, prende avvio l’incanto. E, dunque, una gara al rilancio tra gli offerenti.

comprare casa all'asta senza errori

Come comprare casa all’asta senza errori?

Il primo consiglio è quello  consultare bene le modalità partecipative della vendita, assicurandosi di partecipare ad un’asta solo se il prezzo base è alla propria portata e se si dispone della cauzione richiesta.

L’elemento più importante è la perizia, che è possibile consultare sul sito del professionista delegato o presso la cancelleria del Tribunale. La perizia contiene infatti tutti gli elementi che ad un offerente interessano, compresi gli eventuali abusi edilizi e i debiti verso il condominio. L’immobile può poi essere visitato, in quanto la Legge obbliga il custode a fissare un appuntamento  entro 15 giorni.

Quando l’asta non prevede incanto, gli offerenti devono presentare all’ora e nel giorno indicati un’offerta in busta chiusa con un assegno circolare pari al 10% del suo valore. Se arrivano più offerte avrà inizio l’incanto, con l’offerta più alta come base d’asta e con rilancio ogni minuto secondo un minimo stabilito dall’avviso d’asta. Qualora la propria offerta fosse l’unica, si acquisirebbe la proprietà della casa pagando le imposte sul suo valore catastale.

Per maggiori informazioni, contattaci al n. 091585864, o manda una mail a info@studiolegaleacp.it oppure ancora su Skype, aggiungendo l’account studiolegaleacp, un nostro esperto sarà a tua completa disposizione.

Leave a Reply