fbpx
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
 
Dal numero notevole di richieste pervenuteci da parte di gente che ha subito truffe online, abbiamo deciso di stilare la seguente guida, così da dare qualche informazione concreta al fine di prevenire eventuali frodi.
Quando navighiamo in rete siamo esposti ad una serie di rischi: e-mail phishing, spam, virus informatici, notifiche, compravendite fittizie, che mettono in pericolo la sicurezza personale dei nostri dati e non solo. La maggior parte delle truffe avviene tramite posta elettronica.
Aprire una e-mail inviata da un indirizzo non ufficiale o non riconosciuto oppure scaricare un allegato non identificato può causare il furto della propria identità digitale.
 
Come difendersi dalle truffe online?
Truffe online: come difendersi? Risponde lo studio legale acp

Truffe online: come difendersi?

La prima regola importante da seguire per evitare di incorrere in rischi è sicuramente quella didiffidare da siti web sospetti che non forniscono informazioni chiare e che non possiedono una pagina di contatti ovvero che prevedono di inserire in fase di registrazione carte di credito o altri dati strettamente personali.
Inoltre non si devono aprire email che richiedano l’invio delle proprie password o credenziali di accesso o fare acquisti che prevedano sistemi di pagamento non tracciabili o poco sicuri come, ad esempio, la ricarica della prepagata del venditore. Accertarsi della provenienza delle email in quanto alcuni utilizzano il logo di note aziende o banche spacciandosi per assistenza clienti al fine di rubare credenziali e dati sensibili. A tal proposito il consiglio, per evitare truffe online, è di leggere sempre le linee guida delle piattaforme o dei siti utilizzati su come difendersi da e-mail o da operatori inesistenti (ad esempio alcuni potrebbero contattarvi anche tramite cellulare per estorcervi i dati di accesso personali) che fingono di far parte delle aziende per le quali è stata già effettuata una registrazione.
Truffe online: come difendersi? Lo spiega lo studio legale acp
 
La Polizia Postale ha stilato un vademecum che elenca una serie di precauzioni e consigli per evitare le truffe online:
  • Utilizzare per il proprio computer o dispositivi mobili firewall e antivirus, due strumenti che monitorano lo scambio di dati e informazioni tra la rete locale ed il mondo esterno;
  • Non scaricare programmi o applicazioni che non provengano da fonti attendibili. La maggior parte dei virus informatici si trasmette tramite gli allegati scaricati sul proprio computer.
  • Controllare sempre l’indirizzo dal quale proviene l’email sospetta.
  • Effettuare un backup dei propri dati: i virus informatici possono anche causare la perdita di tutti i dati. Il consiglio è di effettuare salvataggi periodici dei propri file su supporti esterni come hard disk o software specifici.
  • Evitare transazioni online da computer condivisi o da altri dispositivi non personali e ricordare di effettuare il log-out dal sito e-commerce. Utilizzare credenziali diverse per autenticarsi su siti diversi ed evitare il “salvataggio automatico” delle password sui programmi di navigazione. Un’operazione molto utile da fare è quella di leggere sempre le recensioni lasciate da altri utenti sull’affidabilità del venditore online.

Internet banking: come difendersi dalle truffe online?

Quando si tratta di internet banking è utile prendere qualche precauzione in più.
Una buona abitudine è quella di evitare di accedere al proprio servizio di internet banking tramite link contenuti in e-mail o messaggi . In questo caso è consigliato digitare l’indirizzo completo nel proprio browser, per non incorrere in eventuali siti clone. Se l’accesso viene effettuato da un computer pubblico o condiviso, la regola rimane la stessa: non abilitare il salvataggio automatico della password e uscire dal proprio profilo di internet banking tramite il logout una volta terminata l’operazione .
Altri consigli utili per difendersi dalle truffe online sono:
1.NON CONDIVIDERE – NÉ TELEFONICAMENTE NÉ VIA EMAIL- PASSWORD O CODICI DI ACCESSO OTP.
2. Controllare regolarmente e frequentemente gli estratti conto dei nostri rapporti bancari. Nei casi in cui si riscontrino anomalie nei conti rivolgersi immediatamente alla banca per chiarimenti e verifiche.
3. Utilizzare i servizi di “notifica movimenti” offerti dalle banche. In questo modo, ogni volta che effettuiamo operazioni online o usiamo il bancomat e la carta di credito la banca ci avvisa praticamente in tempo reale attraverso SMS o e-mail dei movimenti effettuati. Questo è un buon mezzo per accertarsi che nessuno effettui operazioni al nostro posto.
4. Installare software di protezione come anti-virus e antispyware sui dispositivi che utilizziamo per accedere all’Internet Banking.
5. Avviare una scansione antivirus soprattutto se il computer è lento: in questo caso potremmo essere stati contagiati. Al momento dell’accesso al sito controllare che non ci siano anomalie quando si inseriscono codici o password di accesso.
6. Modificare frequentemente le password di accesso al servizio di internet banking.
7. Aggiornare le informazioni personali comunicate alla banca, elementi fondamentali per l’accesso e all’uso dei servizi di internet banking.
Inoltre, va è importante sapere che MAI gli istituti di credito chiederanno le vostre credenziali di accesso ovvero i codici autorizzativi di operazioni online. Quindi, quando ciò accade, state pur certi che dall’altro lato non state parlando con la Vs banca, ma con un truffatore.
 

Per maggiori informazioni, contattaci al n. 091585864, o manda una mail a info@studiolegaleacp.it oppure ancora su Skype, aggiungendo l’account studiolegaleacp, un nostro esperto sarà a tua completa disposizione.

Leave a Reply