fbpx
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
 
Oggi sono sempre più numerose le persone che scelgono di scrivere autonomamente il proprio testamento. Scopriamo di che cosa si tratta e come fare per redigere un perfetto testamento olografo.
 

Testamento olografo: che cos’è?

Il testamento olografo rappresenta la forma più semplice, pratica ed economica per esprimere la propria volontà. Tale tipologia di testamento non richiede la presenza di un Notaio e di testimoni. Per tale ragione è la forma di testamento più diffusa.
Il documento deve semplicemente racchiudere le volontà del testatore, senza l’obbligo di seguire determinate formule e regole. Tuttavia, la legge (art. 601 e seguenti) impone un certo tipo di rigore formale.
 

Come fare il testamento olografo?

Come fare un testamento olografo? Tema trattato dallo studio legale acp

L’art. 602 del Codice Civile spiega in dettaglio come fare il testamento olografo che “ deve essere scritto e rigorosamente datato di mano propria dal testatore“.
In mancanza di questi requisiti, il testamento olografo è considerato nullo.
 
Ecco, dunque, le norme per la redazione corretta di un testamento olografo:
  • Scrittura a mano da parte del testatore. Colui che vuole esprimere le proprie volontà deve farlo da solo, scrivendo il testo per conto proprio. Inoltre deve essere scritto interamente a mano senza l’utilizzo di strumenti come computer o macchina da scrivere. In caso contrario il testamento risulterebbe nullo;
  • Sottoscrizione. Il documento deve essere firmato dal testatore alla fine delle disposizioni. Se il testamento prevedere più pagine, ognuna di queste deve essere sottoscritta;
  • Obbligo della data. Il testamento olografo deve includere il giorno, mese ed anno.

Come depositare il testamento olografo?

Come fare un testamento olografo? Studio legale acp

Una volta scritto, il testamento olografo può essere conservato e non vi è obbligo di darne comunicazione ad altri. Se lo si desidera è possibile consegnarlo ad una persona di fiducia oppure depositarlo presso un notaio.
Inoltre il testatore può redigere più copie del testamento e successivamente conservarle o consegnarle ad altre persone di sua fiducia. In caso di decesso del testatore, chiunque possieda un testamento olografo è tenuto, in base alle disposizioni della legge, a consegnarlo direttamente ad un notaio per procedere alla pubblicazione.
L’occultamento di un testamento olografo, infatti, rappresenta un reato.
 

Per maggiori informazioni, contattaci al n. 091585864, o manda una mail a info@studiolegaleacp.it oppure ancora su Skype, aggiungendo l’account studiolegaleacp, un nostro esperto sarà a tua completa disposizione.

Leave a Reply