fbpx
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network

Educazione religiosa: i figli minori di genitori separati hanno diritto a praticare la religione del padre o della madre?

 
In tema di educazione religiosa, in caso di affidamento dei figli minori, i genitori separati devono rispettare il credo religioso dell’ex partner, non impedendo ai figli di frequentare le celebrazioni religiose dell’altro genitore e di praticare tutte le tradizioni ed attività collegate, anche se risultano in contrasto con i principi della propria religione.
(Tribunale di Pesaro, decreto del 9 luglio 2020).
 

Educazione religiosa: i genitori separati possono impedire la scelta della religione dei figli minorenni? Il caso

Educazione religiosa: i figli minori di genitori separati hanno diritto a praticare la religione del padre o della madre? Risponde lo studio legale acp

Il Tribunale di Pesaro, con decreto dello scorso 9 luglio, ha accolto la richiesta di una madre di revisione delle disposizioni di affidamento della figlia e della revoca del divieto di farle frequentare le riunioni tenute dai Testimoni di Geova, fede religiosa alla quale la donna aveva aderito.
In tema di revisione delle disposizioni di affidamento dei figli ex art. 337- quinquies c.c. , il criterio al quale si deve far riferimento nel fissare le modalità di affidamento dei figli minori è quello di rispettare il superiore interesse del minore ai fini di una crescita sana ed equilibrata della prole. Per tanto: «in caso di conflitto genitoriale sull’ educazione religiosa del minore, possono essere adottati anche provvedimenti contenitivi o restrittivi dei diritti individuali di libertà religiosa dei genitori purché intervengano all’esito di un accertamento in concreto, basato sull’osservazione e sull’ascolto del minore, dell’effettiva possibilità che l’esercizio di tali diritti possa compromettere la salute psico-fisica o lo sviluppo dei minori» (Cass.Civ. n. 21916/19).
 

Educazione religiosa dei figli di genitori separati: libertà religiosa del minore?

Educazione religiosa: i figli minori di genitori separati hanno diritto a praticare la religione del padre o della madre? Tema discusso dallo studio legale acp

Nel caso di specie, il Tribunale afferma che la frequentazione delle cerimonie della religione praticata dalla madre non compromette la salute psicofisica e la crescita della minore. Nessuna rilevanza assume la fede religiosa trasmessa e comune inizialmente ad entrambi i genitori, «essendo incontestato che la minore pratichi sin da piccola la religione Cattolica, ciascun genitore dovrà rispettare il credo dell’altro genitore, permettendo e non impedendo alla minore non solamente di praticare e frequentare le celebrazioni religiose dell’altro genitore, ma anche tutte quelle tradizioni ed attività, direttamente o indirettamente legati alla religione di ciascun genitore, anche se in contrasto con i principi della propria religione, come, a titolo meramente esemplificativo, feste, compleanni e recite scolastiche».
 

Per maggiori informazioni, contattaci al n. 091585864, o manda una mail a info@studiolegaleacp.it oppure ancora su Skype, aggiungendo l’account studiolegaleacp, un nostro esperto sarà a tua completa disposizione.

Leave a Reply