fbpx
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network

Impugnazione delibera condominiale: come avviene?

L’impugnazione della delibera è l’atto con il quale il condomino chiede al Giudice di stabilire che essa è illegittima in quanto in contrasto con il regolamento condominiale. Si verifica, tra l’altro, per la mancata convocazione di ciascuno dei condomini all’assemblea condominiale. Ciò rappresenta un vizio procedimentale che determina l’annullabilità della delibera.

(Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 10071/20; depositata il 28 maggio)

Chi è legittimato a impugnare la delibera condominiale? Il caso

Chi è legittimato a impugnare la delibera condominiale? Il caso

Unico soggetto legittimato a impugnare la delibera condominiale è il condomino non convocato (ex artt. 1441 e 1324 c.c.).

Nel caso di specie alcuni condomini citavano in giudizio il condominio, domandando che la delibera condominiale di riparto delle spese per il rifacimento del lastrico solare venisse annullata per mancata convocazione dei proprietari dei magazzini situati al piano terra della palazzina.

La richiesta dei condomini è stata accolta in primo grado e confermata in appello da parte della Corte distrettuale che ha verificato l’assenza di convocazione dei proprietari dei magazzini, ai quali erano state imputate le spese condominiali relativi ai lavori per il rifacimento del lastrico solare.

Il condominio, di contro, ricorre per Cassazione ritenendo che la Corte d’Appello abbia erroneamente attribuito la legittimazione ad impugnare ai condomini dissenzienti in quanto, in ipotesi di annullabilità, la legittimazione spetterebbe esclusivamente al condomino non convocato.

Impugnazione delibera condominiale: qual è la procedura legittima? Sentenza Corte di Cassazione

Impugnazione delibera condominiale: qual è la procedura legittima? Sentenza

Chi ha diritto di impugnazione della delibera condominiale? La Cassazione dichiara il ricorso del condominio legittimo e fondato. Infatti, afferma la Corte: «il condomino regolarmente convocato non può impugnare la delibera per difetto di convocazione di altro condomino, trattandosi di vizio che inerisce all’altrui sfera giuridica, come conferma l’interpretazione evolutiva fondata sull’art. 66, comma 3, disp. att. c.c., modificato dall’art. 20 l. n. 220/2012». Ed ancora, «la mancata comunicazione a taluno dei condomini dell’avviso di convocazione dell’assemblea condominiale, in quanto vizio procedimentale, comporta l’annullabilità e non la nullità della delibera condominiale».

Pertanto, «è inevitabile concludere che la legittimazione a domandare il relativo annullamento spetti, ai sensi degli artt. 1441 e 1324 c.c., unicamente al singolo avente diritto pretermesso».

Alla luce di tali motivi, la Cassazione accoglie la domanda di ricorso e cassa la sentenza rinviando ad altra sezione della Corte d’Appello.

Per maggiori informazioni, contattaci al n. 091585864, o manda una mail a info@studiolegaleacp.it oppure ancora su Skype, aggiungendo l’account studiolegaleacp, un nostro esperto sarà a tua completa disposizione.

Leave a Reply