fbpx
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network

Incidente automobilistico per buca stradale visibile: niente risarcimento per il conducente?

 
Orario, velocità della vettura e buca stradale visibile inchiodano un automobilista colpevole di guida irresponsabile. Per i Giudici è priva di fondamento la richiesta di risarcimento da parte della vittima dell’incidente nei confronti del Comune titolare del territorio in cui è avvenuto l’episodio.
(Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 3, ordinanza n. 25460/20; depositata il 12 novembre)

Buca visibile sul manto stradale: legittima richiesta di risarcimento? La vicenda

Protagonista della vicenda è un uomo che ha citato in giudizio un Comune che Campano a seguito di un incidente stradale. L’automobilista ha richiesto il risarcimento dei danni subiti per essere finito «in una grande buca esistente sul manto stradale».
 
ncidente per buca stradale visibile: la responsabilità è solo del conducente del veicolo?  Studio legale acp
 
Prima il Giudice di pace e poi dal Tribunale respingono tale richiesta. Viene esclusa la responsabilità del Comune per l’incidente avvenuto ai danni dell’automobilista e si ritiene l’uomo colpevole di aver avvistato la buca ben visibile sul manto stradale.
Per i Giudici di secondo grado: «il Comune era titolare del tratto di strada in questione» e allo stesso tempo l’incidente sia addebitabile solo alla distrazione del conducente in quanto «la buca non poteva non essere vista da un attento utente della strada».
 

Incidente per buca stradale visibile: la responsabilità è solo del conducente del veicolo? Sentenza Corte di Cassazione

ncidente per buca stradale visibile: la responsabilità è solo del conducente del veicolo?  Studio legale acp

Il legale dell’automobilista contesta la sentenza del Tribunale: «durante il giudizio di primo grado il Comune aveva manifestato la volontà di transigere la causa sborsando la somma di 1.500 euro», cifra successivamente rifiutata dall’automobilista. La Cassazione respinge tale visione difensiva affermando che «offrire una possibilità di transazione della vertenza può essere dettata dalle ragioni più varie, e comunque, non è di per sé indice di un qualche riconoscimento di responsabilità».
A chiarire la vicenda sono alcuni dettagli fondamentali come la buca stradale ben visibile a causa della sua dimensione e l’ora diurna in cui è avvenuto l’incidente. Inoltre «la vettura stava procedendo ad una velocità non adeguata al tipo di strada percorsa».
In conclusione viene respinto il ricorso e la domanda di risarcimento danni poiché «l’incidente è da ricondurre ad esclusiva responsabilità del conducente», affermano i Giudici dal ‘Palazzaccio’.
 

Per maggiori informazioni, contattaci al n. 091585864, o manda una mail a info@studiolegaleacp.it oppure ancora su Skype, aggiungendo l’account studiolegaleacp, un nostro esperto sarà a tua completa disposizione.

Leave a Reply