fbpx
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network

News e Contenuti

diritti lavoratore a tempo indeterminato

Quali sono i diritti di un lavoratore a tempo indeterminato?

Il posto fisso, almeno in Italia, è un’ambizione di molti. Il motivo? La certezza di avere i soldi accreditati sul conto corrente ogni mese, la sicurezza di permessi e malattie pagati. E molto, moltissimo altro. Ma quali sono per davvero i diritti di un lavoratore a tempo indeterminato? Scopriamolo insieme. Lavoro a tempo indeterminato – Quali sono le sue caratteristiche? Il lavoro a tempo indeterminato è un tipo di lavoro subordinato, la cui caratteristica primaria è l’esistenza di una subordinazione:...

Contratto di rendita vitalizia: cos’è la casa dietro vitalizio

Il contratto di rendita vitalizia, o vitalizio alimentare, è un contratto vero e proprio che richiede la presenza di un notaio. Viene stipulato dal genitore (o da un nonno) che, con la volontà di anticipare la divisione dei beni tra i futuri eredi, cede ad un figlio la nuda proprietà della casa in cui abita. In cambio, il figlio si impegna a prendersi cura di lui. È importantissimo non confondere il contratto di rendita vitalizia con una donazione. Il genitore,...
superbonus 110%

Superbonus 110%, tutte le novità attese nel 2021

Il Superbonus 110% proseguirà fino al 30 giugno 2022, con ulteriori 6 mesi di tempo per la conclusione dei lavori: è quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2021. Ma che cos’è il Superbonus 110% e quali interventi copre? Che cos’è il Superbonus 110%? Introdotto dal Decreto Rilancio, il Superbonus 110% è un’agevolazione fiscale che consente di detrarre al 110% specifici interventi per l’efficientamento energetico e antisismico di case e condomini. Per poter usufruire dell’agevolazione, è necessario programmare uno o più...
assegno di mantenimento

Il figlio maggiorenne che non cerca lavoro non ha diritto all’assegno di mantenimento

L’assegno di mantenimento è dovuto dal genitore, negli importi decisi dal giudice, anche al figlio maggiorenne. A stabilirlo è il Codice Civile che, all’articolo 337 septies, spiega come l’assegno debba essere corrisposto fino al raggiungimento dell’autosufficienza economica. C’è però una condizione: al compimento dei 18 anni, per conservare il diritto al mantenimento, il figlio deve essere impegnato nella prosecuzione del percorso di studi oppure – se disoccupato – attivamente coinvolto nella ricerca di un lavoro. Lo ha ribadito la Corte...

Le buste paga possono essere valide prove del credito retributivo

Se munite di firma, sigla o timbro, le buste paga possono essere valide prove del credito retributivo. L’ha stabilito la Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 74/21 del 7 gennaio 2021. Buste paga e credito retributivo – La vicenda La vicenda ha per protagonista una lavoratrice, rivoltasi al Tribunale dopo che il curatore fallimentare aveva escluso il suo credito (costituito da Euro 10.244,85 a titolo di t.f.r. e dalle ultime tre mensilità) dallo stato passivo. Ove, per stato passivo, si...
1 2 3 11

Leave a Reply