Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
Contattaci per una consulenza +39 091 58 58 64 o per email info@studiolegaleacp.it
Seguici sui Social Network
 
Il mantenimento al figlio maggiorenne che lavora è stato oggetto di numerose discussioni e molti sono ancora i quesiti aperti: vi è obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni? Fino a che età? Quali tipi di contratti di lavoro fanno perdere il diritto al mantenimento? Cerchiamo di chiarire alcuni punti fondamentali in questa breve guida.

Fino a quando vi è l’obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni?

L’obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni si estende oltre la maggiore età anche nel caso di una occupazione saltuaria o comunque non stabile. La cessazione di tale obbligo avviene nel momento in cui i figli siano divenuti economicamente indipendenti e autosufficienti anche tenendo conto della propria formazione. Uno studente che non abbia concluso il proprio percorso formativo non può essere definito autosufficiente se ottiene un posto di lavoro per mantenersi agli studi, ad esempio, un posto in un call center.
Il genitore è tenuto a dimostrare che il figlio sia divenuto indipendente a livello economico grazie ad una occupazione stabile.
 
Obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni che detengono un lavoro? Risponde lo studio legale acp
 
Nel caso in cui il percorso di studi formativo sia terminato ed il figlio abbia ormai raggiunto i 30-35 anni, spetta a quest’ultimo dimostrare che il suo stato di disoccupazione non dipende da fattori a lui direttamente collegabili, ma da cause esterne.
 
I genitori sono ugualmente tenuti al mantenimento del figlio maggiorenne qualora:
 
  • pur godendo di un reddito da lavoro, stia completando il corso di studi;
  • svolga un lavoro precario ed a tempo determinato;
  • abbia un contratto di apprendistato;
  • svolga un lavoro saltuario;
  • svolga un lavoro non qualificato rispetto al titolo di studio conseguito;
  • consegua una borsa di studio in relazione a un dottorato di ricerca.

Dovere di mantenimento dei figli maggiorenni che perdono il lavoro?

Il figlio che, dopo aver raggiunto l’indipendenza economica, perde il lavoro a causa di dimissioni volontarie o per licenziamento non può più percepire il mantenimento da parte dei genitori. Di fatto cessa il diritto al mantenimento del figlio maggiorenne di nuovo disoccupato.
 
Obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni che detengono un lavoro? Ne parla lo studio legale acp
 
Nel caso in cui il genitore che versa mensilmente l’assegno di mantenimento non sia al corrente del fatto che il figlio lavora, può chiedere al giudice la revoca dell’obbligo di versare il mantenimento e la condanna del giovane alla restituzione degli arretrati versati a partire dal momento in cui il figlio abbia raggiunto l’autonomia economica.
 

Per maggiori informazioni, contattaci al n. 091585864, o manda una mail a info@studiolegaleacp.it oppure ancora su Skype, aggiungendo l’account studiolegaleacp, un nostro esperto sarà a tua completa disposizione.

Leave a Reply